mercoledì 8 dicembre 2010

Il Dandy

Il dandismo, movimento dandy o daddinismo, fu un movimento culturale inglese della fine del XIX secolo. Era una dottrina dell'eleganza, della finezza e dell'originalità che si legava principalmente al linguaggio e all'abbigliamento, riassumibile come il "vivere la vita come fosse un'opera d'arte".


La definizione di un dandy potrebbe essere "un uomo dall'andatura preziosa, originale e ricercata e dal linguaggio scelto". Ma il dandismo non era un'estetica fissa, poteva infatti variare abbastanza notevolmente. Il dandy era l'eccentrico che si divertiva a stupire il pubblico, con atteggiamenti e gesti provocatori, con il suo modo di vestire e di vivere.
Il Dandy di oggi non dice parolacce e non alza mai la voce, secondo lui gli "urlatori" sono volgari e out!  Il suo abbigliamento è molto ricercato con abbinamenti quasi mai scontati a volte insoliti ma sensati. Predilige l'abito a due bottoni e bottone unico uscendo dai soliti colori nero, grigio, blu o gessati introducendo colori pastello. Gli accessori sono parte integrante della sua vita, foulard cravattini papillon e gemelli particolari e così inusuali che colpiscono sempre. 















5 commenti: