domenica 16 gennaio 2011

Essere seducenti anche sotto l'abito...il reggicalze

La prima comparsa del reggicalze nella storia dell’intimo femminile si può far risalire intorno all’Ottocento. Si pensa che l’invenzione sia dovuta a Gustave Eiffel, anche se non è una notizia certa e potrebbe essere una leggenda.
Quello che non è leggenda, invece, è che i primi modelli di reggicalze potevano provocare seri problemi di circolazione.

La fortuna del reggicalze è molto legata all’immaginario scenografico e filmico che ha accompagnato la sua esistenza, influenzandone la diffusione e alimentandone il retroscena un po’ piccante che lo accompagna.

Uno dei primi film a renderlo protagonista è sicuramente “L’angelo Azzurro”, la cui locandina mostrava una bellissima Marlene Dietrich immortalata in una posa molto provocante con addosso, appunto, un reggicalze.








 E come non ricordare Scena cult dello spogliarello di  Sophia Loren in "Ieri, oggi, domani", accompagnato dalle note di Abat-jour (Salomé), sotto gli occhi di un famelico Mastroianni, nei panni di un cliente bolognese.




Provatelo davanti allo specchio e vi sentirete una diva d’altri tempi.



















Celebrity








Patrizia

Nessun commento:

Posta un commento