mercoledì 16 marzo 2011

KELLY e BIRKIN....IT-BAG


Quando una borsa riesce a superare anni (e a volte decenni) senza soffrire il passare del tempo, diventa una it- bag. 
Chic, desideratissime e molto costose: ecco le it bag più famose la Kelly e la Birkin di Hermes, entrambe ispirate da due donne vere icone di stile.
I costi sono proibitivi, si parte da un minimo di 4 mila euro per arrivare a prezzi da capogiro e variano in base ai materiali utilizzati per realizzarla.  Le ordinazioni per speciali modelli di birkin bag possono superare anche i due anni di attesa, prima di essere evasi.
La Kelly di Hermes (dedicata a Grace Kelly) nasce con la fondazione della maison Hermès come borsa porta sella per i cavalieri che partecipavano alle battute di caccia.
Nel 1930 la maison decise di farne una borsa da donna riducendone il formato.
Negli anni '50, questa borsa, dal formato decisamente grande e dall'inconfondibile chiusura a battente con "serratura", è già uno dei successi della casa.
Grace Kelly, per nascondere la gravidanza della sua primogenita Carolina, si copriva la pancia con questa borsa a mano e nel 1956 Grace compare sulla rivista “Life” con al braccio la borsa che da quel momento si chiamerà "Kelly" e diventerà un oggetto di culto, anche se in realtà era un modello del 1932 chiamato “sac à courrois”, ispirato ad un sacco per la sella!
Oggi la Kelly esiste in 7 misure diverse: dalla mini mini Kelly alla Kelly 40, ma il formato "classico", il più richiesto, è la Kelly 32. Tutte le versioni sono disponibili in vari tipi di pelle: dal vitello alla lucertola, dal coccodrillo allo struzzo, e in diverse varianti colore.




La Birkin di Hermes (dedicata a Jane Birkin)
Era il 1984 quando il presidente di Hermès, Jean Louis Dumas, a bordo di un volo Parigi-Londra si accorge che Jane Birkin sta cercando qualcosa nella sua vecchia sacca di vimini da cui cade un’agenda Hermès.
«Non si trova mai niente in queste borse, sono così scomode», dice Jane e Dumas le promette di disegnare un modello pratico ed elegante, fatto per le sue esigenze.
Così nasce la famosa Birkin, capiente e floscia, serrata dalla chiusura oro e due passanti.
Poi sono arrivate varie misure, dalla più piccola alla più grande, fino alla «Shoulder Birkin», la versione di J. P. Gaultier con manici allungati





















Patrizia

9 commenti:

  1. Che belle! A me è sempre piaciuta di più la Kelly ma il mio più grande rimpianto è stato farmi sfuggire una Birkin turchese vintage a soli 200 euro, se ci ripenso mi mangio ancora le mani!!!

    RispondiElimina
  2. I don’t bookmark sites but i will bookmark this! LOL!

    online pharmacy

    RispondiElimina
  3. Your blog looks nice, even so it would be far better if you’ll be able to use lighter colors too as a professional design. This will make sure that a lot more readers come to check it out.Informative post by the way!

    online pharmacy

    RispondiElimina
  4. Couldnt agree more with that, very attractive article

    online pharmacy

    RispondiElimina