mercoledì 16 febbraio 2011

La testa nel Design con il Design in testa...Valentino Rossi & Aldo Drudi

Sarebbe impensabile vedere un pilota MotoGP in pista senza il suo casco, essenziale per la sua sicurezza.
Spesso i caschi sono anche espressione della creatività di ogni pilota. Molti piloti infatti mostrano sul loro casco disegni inneggianti alla propria personalità.
I colori distintivi e il numero di partenza sono essenziali anche sul casco per l’identificazione di ognuno da parte degli ufficiali di gara, delle squadre, dei tifosi e dei commentatori.

Come detto i disegni e i colori rispecchiano di solito la personalità dei piloti, come anche il loro logo o i loro colori nazionali, possono anche essere espressione di un messaggio ai propri tifosi. 



Aldo Drudi può essere considerato come il miglior designer al mondo per quanto riguarda tute e abbigliamento per motociclisti, caschi e grafiche per moto da gran premio. Le sue opere possono essere considerate uniche.


Drudi è il padre delle grafiche "elaborate" sui caschi da gara e la ricerca di accostamenti cromatici particolari accompagnata da un innato senso del gusto lo hanno portato ad occuparsi di intere collezioni di abbigliamento e graficamente si occupa di disegnare le collezioni dei caschi Arai, uno dei marchi più prestigiosi a livello internazionale.



La tradizione della Body Art Orientale è la protagonista del sorprendente design Oriental Tattoo, presentato da Arai sul modello Quantum: in questa grafica l’inconfondibile estro creativo di Aldo Drudi porta ad accostare diversi simboli apparentemente contrastanti, che in realtà rappresentano vere e proprie icone dei tatuaggi di ispirazione asiatica, fedelmente riprodotte nelle forme come nei colori. Sulla calotta trovano così spazio un dragone viola, fissato in un istantanea del suo volo sulla parte superiore, una carpa, raffigurata sulla zona posteriore nel tradizionale arancione brillante, fiori di ogni colore e onde, che avvolgono i due lati del casco fino alla mentoniera.

Le innovative proprietà fotoluminescenti grazie ad un’esclusiva tecnologia rendono unico questo casco soprattutto al calare delle luci diurne, garantendo un forte appeal emotivo unitamente ad un netto miglioramento della sicurezza di ogni motociclista che si muove nel traffico.
Luomo dietro ai campioni : Aldo Drudi Immagine1

Luomo dietro ai campioni : Aldo Drudi Immagine5

Luomo dietro ai campioni : Aldo Drudi coverasadadafaddas








Chiaramente l’obiettivo fondamentale di un casco è quello di proteggere la faccia e la testa dei piloti che potrebbero cadere. Detto questo per acquistare un casco oltre all'estetica bisogna tener conto delle specifiche tecniche che riguardano l’aerodinamica, il comfort, la sicurezza, la visibilità e il peso.



Valentino Rossi e Ducati: merchandising 2011!
Dal 2011 per la prima volta Valentino Rossi e Ducati insieme anche per una linea di abbigliamento sportswear e tempo libero.

La collezione, disegnata dal designer Aldo Drudi e commercializzata all’inizio della stagione agonistica, prevederà: felpe, polo, t-shirt e cappellini sia da uomo che da donna, ma anche per i bambini, da sempre nel cuore sia di Ducati che di Valentino.







Patrizia

13 commenti:

  1. complimenti per il blog! solo una cosa...ma questo post che centra?!?!va bene parlare un po' di tutto ma qui si è esagerato un pochino...i caschi bah...
    Midnight70

    RispondiElimina
  2. hahahah..giusta osservazione...Probabilmente hai ragione...ma in questo post si parla di un designer a mio avviso bravissimo..e in questo blog parliamo spesso di arte e artisti non solo nel campo della moda...Poi visto che insieme a Valentino Rossi ha creato una linea di abbigliamento...mi sembrava adatto per dedicargli un articolo....cmq grazie mille per il commento i vs suggerimenti sono sempre utili e ottimi spunti per migliorarci....Saluti Patrizia

    RispondiElimina
  3. trash allo stato puro!

    RispondiElimina
  4. Complimeti per le vostre pubblicazioni.
    Ci avete abituato al andare OLTRE i soliti articoli di moda.
    Personalmente ritengo che questi argomenti non comuni, un pò al di fuori delle righe, diano un valore aggiunto al vostro blog.
    Chi l'avrebbe mai detto che il casco potesse diventare un oggetto di culto/collezione ?
    ;-) bravi!!!

    RispondiElimina
  5. wow !!! fantastici
    vere opere d'arte
    Betty

    RispondiElimina
  6. Il concetto di ARTE non ha confini, tutto può essere meravigliosamente artistico, pertanto a chi critica l'articolo mi permetto di dire che il limite sta nella persona, se non si percepisce quanto di bello ci sia in queste realizzazioni grafiche.

    Saluti, -ADRENALIN-

    RispondiElimina
  7. Un post molto interessante, l' arte che può essere inserita anche in altri contesti é veramente eccezionale! I disegni sono spettacolari e il post sottolinea come l' arte non abbia limiti o confini ma sia espressività e originalità allo stato puro a 360°....ma anche come sia soggettiva e personale nella sua interpretazione! Complimenti per il post Patry Ciao Francy77

    RispondiElimina