sabato 12 febbraio 2011

Umbrella Girls




L’ideazione delle Umbrella Girls risale al 1982 proprio grazie alla pioggia: in quell’anno Alessio Sundas stava organizzando The Look of The Year, all’improvviso il sole se ne andò e lasciò posto alle nuvole, Sundas disse alle modelle di prendere un ombrello nel caso iniziasse a piovere. Con lo zoom puntò due ragazze con l’ombrello in mano e l’immagine era talmente affascinante che da quel giorno le hostess e le modelle dovevano portare con loro un ombrello.

Alessandra Rossi - Umbrella Girl per Monster


Oltre a una gradevole vista e compagnia, c’è un’utilità pratica: prima di prendere posto ai blocchi di partenza ci sono diverse operazioni che devono essere completate, tra check vari, rifornimento, ultime messe a punto e soprattutto nelle sessioni estive, i piloti nelle loro tute tecniche rischiano il collasso per il caldo. Ecco pronte allora le ragazze, che munite del loro ombrellino accompagnano i piloti nella preparazione alla gara. Ovviamente il fenomeno è diventato una evento di costume ma anche un’occasione per gli sponsor di acquisire maggiore visibilità.






La visibilità delle ragazze ombrello è .... breve ma intensa! 
Le ragazze ombrello infatti vengono inquadrate per pochissimi secondi poco prima del via della gara, quando reggono l' ombrello sul pilota, per evitare che il sole (o la pioggia) arrivi direttamente su di esso e lo scaldi troppo.



Negli ultimi anni le ragazze ombrello hanno assunto un ruolo piu di estetica che di vera necessità. Infatti indossando completini e reggendo ombrelli sponsorizzati danno una ulteriore visibilità al marchio.



La visibilità di una ragazza ombrello dipende, oltre alla sua bellezza, anche dal pilota che si deve affiancare:più il pilota è famoso più aumenta la visibilità.

Per diventare ragazza ombrello è necessario essere di bella presenza, alte, simpatiche e essere disposte a spostarsi molto.



















Patrizia

Nessun commento:

Posta un commento